Anziani e igiene: come affrontare il problema con serenità

Igiene anziani: uno dei problemi quotidiani di chi si occupa dell’assistenza di una persona anziana è l’igiene personale, in particolare per le persone colpite da malattie come demenza e Alzheimer.

IGIENE ANZIANI: I FATTORI PSICOLOGICI ALLA BASE DEL RIFIUTO
L’Alzheimer è una malattia neurodegenerativa che demolisce le cellule nervose e che, con il progredire del tempo, deteriora le funzioni cognitive principali deputate alla memoria, al ragionamento razionale e al linguaggio. Il decorso della malattia è la causa principale di demenza e perdita di autonomia nei soggetti affetti. Per maggiori dettagli, leggi questo articolo

La malattia ha quindi importanti ripercussioni sulla vita quotidiana dei soggetti affetti e dei familiari vicini. Nella maggioranza dei casi, si riscontra una certa aggressività e rifiuto verso attività quotidiane come il momento dell’igiene. Il motivo è chiaro: la persona affetta da Alzheimer inizia a non riconoscere più le persone conosciute come familiairi, figli, vicini di casa e medici di fiducia. Per questo motivo vivono il momento dell’igiene come una violazione della sfera personale. Non vogliono farsi spogliare e vedersi nudi da quelli che loro considerano estranei. Per questo motivo, è importante non punire o rimproverare duramente il malato che non è più consapevole delle implicazioni del loro rifiuto.

COME ORGANIZZARE IL MOMENTO DEL BAGNO PER I MALATI DI ALZHEIMER
Come appena visto, i familiari che assistono le persone affette da Alzheimer e demenza affrontano ogni giorno problematiche complesse via via che la malattia progredisce. Alcuni suggerimenti possono aiutare a vivere il momento dell’igiene anziani con più tranquillità e riducendo al minimo i momenti di crisi.
Prima di tutto, il momento dell’igiene personale dovrebbe avvenire ogni giorno a ritmo regolare. Questo si traduce dunque a mantenere stessi orari, preceduti e susseguiti dai medesimi rituali ritenuti importanti per l’anziano. In linea di massima bisognerebbe mantenere una routine giornaliera riconoscibile e accettabile dall’anziano, ma il problema più grave delle persone affette da demenza è che non riescono a razionalizzare il mondo attorno. Questo genera stress, confusione ansia e aggressività.
È dunque bene non stravolgere la vita dell’anziano con eventi improvvisi.

COME MANTENERE CALMO UN MALATO DI ALZHEIMER DURANTE L’IGIENE
Per mantenere calmo l’anziano durante il bagno è importante mantenere una buona comunicazione con lui per tutto il tempo spiegando ogni passaggio di quello che andrete a fare. Utilizzate inoltre asciugamani per coprire le parti del corpo che non state trattando in quel particolare momento per far sentire l’anziano più protetto e al sicuro e diminuire il senso di vergogna.
Se il malato non è del tutto bisognoso di assistenza è importante lasciarlo fare da solo intervenendo solo in caso di effettiva necessità. Mettete della musica nella stanza del bagno: l’anziano assocerà quindi il bagno ad un momento piacevole e rilassante grazie alla musica.

Fonte: http://www.korian.it/igiene-anziani-prendersene-cura/