Come rimettersi in forma dopo le feste

come rimettersi in forma
Rimettersi in forma a 60 anni è possibile

Rimettersi in forma a 60 anni è possibile: scopriamo insieme come.

Durante le feste vi siete abbandonati a qualche tentazione di troppo? Tranquilli si è sempre in tempo per rimediare.

Consigli utili su come rimanere in forma dopo i 60 anni

Dopo i 60 anni è sicuramente più difficile perdere peso e recuperare la forma fisica. A questa età il metabolismo è più lento, la massa muscolare diminuisce di volume e spesso si deve fare i conti con qualche dolore. Tuttavia il primo passo per rimettersi in pista è sconfiggere la sedentarietà.

Come sconfiggere la sedentarietà

Esistono numerosi sport che un 60 enne e un ultra60 enne possono praticare. Il segreto è trovare il più adatto ai propri gusti e al proprio corpo. Qualsiasi sport si scelga di praticare è importante farlo in maniera corretta e graduale, seguendo i consigli di un esperto del mestiere. L’esercizio fisico non deve essere necessariamente intenso, sono sufficienti semplici movimenti, come camminare, ballare, andare in bicicletta e fare i lavori domestici. Infatti, l’attività fisica è definita dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) come “qualsiasi movimento corporeo prodotto dai muscoli scheletrici che richiede un dispendio energetico”. Nel 2010 l’Oms ha pubblicato le “Global recommendations on Physical activity for Health”, in cui definisce i livelli di attività fisica raccomandata per la salute, distinguendo tre gruppi di età:

  • bambini e ragazzi (5-17 anni): almeno 60 minuti al giorno di attività moderata–vigorosa, includendo almeno 3 volte alla settimana esercizi per la forza che possono consistere in giochi di movimento o attività sportive;
  • adulti (18-64 anni): almeno 150 minuti alla settimana di attività moderata o 75 di attività vigorosa, con rafforzamento muscolare da svolgere almeno 2 volte alla settimana;
  • anziani (dai 65 anni in poi): le indicazioni sono le stesse degli adulti, con l’avvertenza di svolgere anche attività orientate all’equilibrio per prevenire le cadute.

5 esempi di sport che si possono praticare a 60 anni:

Come abbiamo visto per rimanere in forma sono sufficienti 150 minuti di attività fisica moderata a settimana. Vediamo insieme quali sport puoi praticare per migliorare il tuo benessere fisico e mentale:

    1. Camminata: il miglior modo per iniziare a praticare attività fisica è camminare. È importante iniziare da camminate di 20/30 minuti a passo lento per poi pian piano aumentare sia il tempo che la velocità.
    2. Bicicletta: andare in bicicletta aiuta lo sviluppo del cuore e la diminuzione della pressione arteriosa.
    3. Nuoto: con questo sport è possibile mantenere allenato il respiro e tonificare i nostri muscoli.
    4. Ginnastica dolce: è una disciplina orientata al benessere generale dell’individuo, adatta anche a chi è totalmente fuori allenamento o si sente particolarmente fragile. Per saperne di più leggi il nostro articolo Ginnastica dolce per anziani” 
    5. Palestra: esistono molti corsi adatti alla terza età come Pilates e corpo libero.

Tuttavia, è bene ricordare che ogni persona ha esigenze e condizioni fisiche differenti, per questo è sempre bene rivolgersi ad un professionista prima di iniziare a praticare uno sport.

I benefici dell’attività fisica

L’attività fisica, se praticata con costanza, dona numerosi benefici al corpo e alla mente. Infatti, il movimento è in grado di prevenire l’insorgere di alcune patologie come l’ipertensione, diabete di tipo II, obesità e colesterolo cattivo. Anche il benessere psicologico è positivamente influenzato dall’attività fisica. Lo sport migliora l’umore, riduce ansia, stress e fame nervosa.

Perchè l’attività fisica previene le malattie?

È stato dimostrato che un’attività fisica regolare può allungare la vita anche di quattro anni. Infatti, lo sport agisce positivamente sul metabolismo. Negli ultimi anni, le ricerche scientifiche hanno confermato l’esistenza di un legame positivo tra lo sport e la prevenzione di alcune malattie. In particolare, è stato dimostrato che uno stile di vita sano permette di prevenire alcuni tumori quali: cancro del colon, cancro del seno, cancro dell’endometrio, cancro del polmone e cancro della prostata. Negli studi è stato visto come l’attività fisica agisce positivamente su: il metabolismo energetico e ormonale, l’infiammazione, il sistema immunitario. Vediamo nello specifico come agisce il movimento sull’organismo:

  • muoversi aiuta a restare in forma, a mantenere giovane l’apparato muscolo-scheletrico e circolatorio e a perdere peso;
  • durante l’attività fisica, l’aumento del flusso di sangue ossigena i tessuti e questo facilita l’arrivo di sostanze antinfiammatorie l’eliminazione delle sostanze tossiche accumulate;
  • il movimento accelera il transito intestinale: più lungo è il tempo in cui le sostanze di scarto dell’alimentazione rimangono in contatto con le mucose di stomaco e intestino e più alto è il rischio che eventuali composti tossici danneggino le cellule;
  • praticare attività sportiva in maniera regolare riduce la concentrazione di alcuni ormoni  a cui sono sensibili tumori come quelli dell’utero, del seno e della prostata;
  • infine l’attività fisica stimola il sistema immunitario.

Perchè l’attività fisica fa bene all’umore?

Per capire come lo sport influisca positivamente sull’umore vi riportiamo la spiegazione della professoressa Daniela Lucini, Responsabile della Sezione di Medicina dell’ospedale Humanitas. “Quando si fa esercizio fisico, nonostante lo sforzo, si avverte una sensazione di benessere perché l’organismo attiva meccanismi cerebrali e rilascia sostanze responsabili della sensazione di benessere. In particolare, la sensazione di benessere si deve al rilascio, da parte dell’organismo, di una serie di neurotrasmettitori, prime fra tutte le endorfine chiamate anche gli “ormoni del benessere”. Infine, riuscendo a praticare uno sport, si scopre anche di disporre di risorse che non si pensava di avere, oltre al fatto che l’attività fisica può rappresentare anche un’opportunità per uscire dall’isolamento e socializzare, a qualunque età. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, fino a 65 anni sono sufficienti 150 minuti di attività fisica aerobica di intensità lieve-moderata a settimana, come camminare a passo svelto o nuotare, per ottenere tutti i benefici per la salute fisica, ma recenti studi hanno dimostrato che, per la salute mentale, un’ora di attività fisica alla settimana riduce il rischio di depressione”.

5 buoni motivi per iniziare a praticare sport a 60 anni:

Come abbiamo visto i motivi per iniziare ad fare attività fisica sono molti. Il nostro consiglio è che non è mai troppo tardi per ricominciare a prendersi cura di se stessi e del proprio corpo. Se non siete ancora convinti vi ricordiamo quali sono i 5 buoni motivi per iniziare a fare sport a 60 anni.

  1. Prevenire le malattie
  2. Migliorare l’umore
  3. Rallentare gli effetti dell’invecchiamento
  4. Un’occasione per uscire di casa e socializzare
  5. Preservare la propria indipendenza